Gentleman of the week #KitHarington

Con mio immenso dispiacere (e di molti altri, ne sono certa) si sta avvicinando la fine anche della quarta stagione di Game of Thrones, e puntualmente malediciamo i produttori o chi per loro per i pochi episodi che ci concedono. Anche se onestamente parlando, vale sempre l’attesa! Dopo The Watchers on the Wall, non potevo più ignorare (beh, non che l’abbia mai fatto eh) il protagonista principale di questa nona puntata, Jon Snow. E quindi, via di Kit Harington.

Kit-for-Flaunt-kit-harington-32253592-2850-1856

Christopher Catesby Harington, meglio noto come Kit, nasce a Londra nel non troppo lontano 1986, per la precisione il 26 dicembre. enhanced-buzz-5403-1365065207-12Fino all’età di undici anni vive nella capitale inglese per poi trasferirsi a Worcester fino alla sua maggiore età, quando decide di ritrasferirsi a Londra. I suoi genitori sono David Richard Harington e Deborah Jane (Catesby), ed ha un fratello di nome John (i casi della vita proprio). Il padre gestisce una libreria, mentre la madre è una sceneggiatrice, e ha insegnato scrittura creativa all’università di Birmingam (ora presumo sia in pensione) e ha deciso di dare il nome Christopher al figlio grazie alla sua passione per Christopher Marlowe, grande drammaturgo, poeta dell’epoca Elisabettiana. Kit frequenta la Southfield Primary School dal 1992 al 1998 e poi si iscrive alla Chantry High School che finisce nel 2003 dove inizia il suo percorso alla Worcester Sixth Form College nel corso di Drama and Theatre Studies fino al 2005. Si diploma nel 2008 alla Central School of Speech and Drama.enhanced-buzz-29882-1365087512-4
Prima di recitare, Kit vuole diventare un giornalista, o un cameraman o un corrispondente di guerra, ma quando si ritrova a partecipare, nel ruolo di Albert, nell’adattamento di War Horse a teatro, capisce che la sua vita prenderà una piega molto diversa. Lo spettacolo vince due Oliver Awards e Kit viene elogiato per l’intepretazione, dopo di che è abbastanza chiaro che il ragazzo ha del talento e viene preso per interpretare una parte in Posh, una commedia, sempre a teatro, sull’elitè di ragazzi che frequentano l’università di Oxford.
20140429223742!Kit-Harington-Interview-GQ-April-2014Nel frattempo arriva anche il primo ruolo in televisione, e si, sto parlando proprio di Jon Snow nella serie di gran successo Game of Thrones. Lo show debutta nel 2011 seguito da una critica positiva, molto positiva. Kit, per il suo ruolo, ha necessità di migliorare ogni volta le sue abilità per quanto riguarda i combattimenti con la spada; quasi tutte le scene sono girate in Islanda e a nord dell’Irlanda (un posto tropicale no.)
Il debutto sul grande schermo arriva nel 2012 quando Kit intepreta Vincent in Silent Hill: Revelation 3D. Poi viene scelto per la parte di Milo (per la gioia dei nostri occhietti, donne) nella pellicola Pompeii. Ha anche prestato la voce al personaggio di Eret nel sequel di Dragon Trainer. Apparirà in Seventh Son, al fianco di Jeff Bridges, la cui uscita è in programma per febbraio del prossimo anno. Lo vedremo come Roland Leighton, l’interesse amoroso della protagonista, nel film Testament of Youth (l’uscita pare sia anche questa 2015).

A testimonianza del grande talento di questo attore è stato onorato con il premio Actor of the Year, agli Young Hollywood Awards dell’anno scorso, che celebra il miglior talento emergente in film, musica e televsione.

Curiosità sul nostro Christopher (che nessuno chiama mai così).

article-2574458-1C12737300000578-462_634x711Sapevate che durante le riprese del pilot del Trono di spade Kit indossava una parrucca? Ebbene si, avendo sempre tenuto i capelli corti si è dovuto adattare, ma niente paura, ora quelli che vedete sono proprio i suoi.
Nel 2012 si è rotto un’anca mentre tentava di.. arrampicarsi per arrivare al suo appartamento, dal quale era rimasto chiuso fuori. Inutile dire che la crew di GoT non ne è stata molto contenta visto che han dovuto riarrangiare le scene per cercare di aggirare l’ostacolo. Kit si è sentito così in colpa che ha comprato una bottiglia di whiskey (e non credo quello dell’LD) per il manager della produzione.
Per girare Pompeii ha dovuto seguire complicati regimi alimentari e chissà quanta palestra per acquisire la forma muscolare perfetta…beh noi possiamo dirlo, ci sei riuscito Kit!
A detta dell’attore ha lavorato nella libreria del padre e ha dovuto sollevare così tante copie pesanti di “A Song Of Ice and Fire” che ha iniziato a non amare così tanto George RR Martin come risultato.wenn202233571
Sulla barriera lo prendono in giro chiamandolo Lord Snow quando è solamente un bastardo, ma nella realtà Kit ha veramente sangue nobile nelle vene. Suo zio è il quattordicesimo baronetto della famiglia Harington, suo bisnonno era il dodicesimo. Discende dal principe Carlo II di Inghilterra, da parte della nonna paterna Lavender Cecilia Denny. Sempre da parte del padre discende da visconti, mercanti e politici e chi più ne ha più ne metta. Insomma, Lord non mi pare una definizione poi tanto sbagliata.
Ha scoperto che il suo vero nome era Christopher a undici anni, a scuola, quando gli è stato detto di scrivere il suo nome su uno dei test attitudinali, e lui senza indugio ha scritto Kit (chissà la crisi di identità subita).

E giungiamo infine, alla parte che tutte le donne stavano aspettando. Pare che Kit sia single (ma mai dire mai eh), ma è stato legato per un anno (più o meno), fino all’agosto scorso, alla sua co-star Rose Leslie, la rossa baciata dal fuoco che interpreta la bruta Ygrette, che ha rubato il cuore proprio a Jon Snow, ironia della vita? In ogni caso i due sono rimasti piuttosto amici, anche perchè hanno continuato a condividere il set…fino ad ora.
anigif_enhanced-buzz-977-1365083575-3
(Jon Snow sembra saperne, altro che You Know Nothing!
Tornate pure a respirare…o no)
-lilli